FANDOM


Lelouch Vi Britannia

Lelouch Lamperouge

Lelouch Lamperouge è il protagonista della storia. In apparenza uno studente britanno dall’indole tranquilla e annoiata, frequenta il secondo anno dell’istituto privato Ashford, nel cui Consiglio Studentesco ricopre la carica di vicepresidente.

Molto intelligente, virtuoso talento nel gioco degli scacchi, preferisce però, non esporsi più del necessario, pur potendo facilmente ambire ad alti profitti. Nessuno potrebbe mai sospettare che in realtà, Lelouch è il figlio dell’Imperatore di Britannia. Il suo vero nome è infatti Lelouch Vi Britannia, undicesimo principe e settimo in linea di successione al trono. Circa otto anni prima, in seguito al misterioso assassinio della madre, Lelouch si trova a fronteggiare il padre, accusandolo di non aver fatto nulla per proteggere la sua famiglia e di completo disinteresse verso la sorellina Nunnally, che in seguito all’incidente, perde l’uso della vista e delle gambe. Rinnegando il suo titolo, perde perciò, qualunque diritto di successione e viene esiliato in Giappone come pedina di scambio durante il conflitto per il possesso del Sakuradite. Durante questo periodo, Lelouch e Nunnally vivono nella residenza del Primo Ministro nipponico, Genbu Kururugi, ed è qui che Lelouch stringe amicizia con Suzaku, unico figlio del generale. L’invasione del Giappone però, farà sì che i ragazzini si separino, così Lelouch, per proteggere se stesso e la sorellina, decide di adottare il cognome da nubile della madre, Lamperouge, e di chiedere aiuto agli Ashford, famiglia in rovina che in passato aveva supportato la defunta Imperatrice. Al momento, soltanto poche persone sono a conoscenza della reale identità di Lelouch, ufficialmente dichiarato morto. Due sono gli obbiettivi fondamentali di Lelouch: la distruzione della Britannia, al fine di creare un mondo più gentile in cui Nunnally possa vivere e cercare di scoprire la verità sull’omicidio della madre. Grazie all’incontro con la misteriosa C.C. , Lelouch ottiene un potere di comando assoluto localizzato nell’occhio sinistro, che lui stesso definirà Geass. Nel corso della storia, il Geass si evolverà, al punto da diventare permanentemente attivo. Sfruttando questa potentissima arma, Lelouch darà vita alla sua ribellione contro la Britannia, nascondendosi sotto la maschera di Zero e legando la sua azione al gruppo terroristico di Karen, che prenderà il nome di Ordine dei Cavalieri Neri, al fine di proteggere i più deboli dai soprusi dei forti. Tuttavia, l’opera di distruzione si rivelerà spesso molto più complicata del previsto e Lelouch si troverà a fare i conti con la sua coscienza e la sua umanità in più di un’occasione, giungendo alla conclusione che soltanto liberandosi dei sentimenti, potrà vincere la sua partita.


Trascorso un anno dalla Ribellione Nera, sembra che Lelouch abbia perso ogni ricordo riguardo la sua vita da Zero. Colpito da questa strana amnesia, il ragazzo vive tranquillamente la sua vita di tutti i giorni insieme al fratellino Rolo. L'aspetto fisico è quasi uguale a quello della prima serie, a parte i capelli leggermente più lunghi. Al contrario, il carattere è del tutto cambiato. Sembra infatti molto più gentile e tranquillo di come lo conoscevamo, ma non smette comunque di giocare a scacchi e di sfidare e umiliare i suoi avversari. Frequenta l'ultimo anno dell'Ashford Academy, ed è sempre rincorso dalla sua professoressa di educazione fisica, Viletta. Dopo l'incontro con C.C. nel primo episodio, il ragazzo riacquista i ricordi perduti e torna a ricoprire il ruolo di Zero, guidando i giapponesi alla rivolta. Le memorie, infatti, gli erano state cancellate dal padre, Charles di Britannia (che a sua volta possiede un Geass) e il ragazzo aveva perso solo i ricordi di Nunnally, di se stesso come principe di Britannia e di Zero. Determinato come sempre, dopo aver liberato dalla cattività i suoi compagni dei Cavalieri Neri, e scoperto la verità sul presunto fratello Rolo, ha subito puntato alla sorellina, diventata Governatore Generale, guadagnando la libertà dei giapponesi con l'esilio su un'isola concessa dalla Federazione Cinese. Il Geass che ha nell'occhio sinistro continua inoltre ad essere permanente, e per non farlo notare, C.C. gli ha dato una "lentina" particolare, avvisandolo però, di non sprecare o usare troppe volte questo potere, che potrebbe indurlo alla pazzia. I suoi rapporti con Kallen sembrano essere sempre più stretti, soprattutto da parte della ragazza. Nonostante ciò, non riusciranno mai ad avere uno sbocco serio. La personalità di Lelouch, in questa seconda stagione, ha degli alti e bassi. Anche la sua stessa identità di Zero verrà odiata più di una volta, soprattutto nel momento in cui Nunnally gli dirà che lo odia per ciò che ha fatto, rendendo il ragazzo depresso a tal punto da cercare di usare il Refrain su se stesso. Verrà però fermato da Kallen e da Rolo, che gli faranno capire che questo era il modo sbagliato di reagire alla situazione e che nonostante tutto, doveva restare se stesso. Lelouch da quel momento continuò a fare del suo meglio sotto i panni di Zero, e grazie all'aiuto dei suoi Kuro no Kishidan e ai dolcissimi consigli di Shirley, toccherà il livello più umano dei suoi sentimenti, che però arriverà all'apice dopo la morte della ragazza: da quel momento in poi Lelouch vivrà solo per la vendetta contro Rolo e contro il Culto del Geass. Infatti cerca più volte di uccidere il ragazzino (ovviamente non in prima persona, ma soggiogandolo o usandolo per i suoi scopi personali) e distrugge totalmente la base del Culto, non risparmiando nessuno. Dopo questo episodio, però, ne seguono molti altri che non faranno altro che irrigidire e incupire il carattere di Lelouch, che diventa una roccia con tutti, tranne che con C.C., solo perché, in un primo momento, si sente il colpevole della sua amnesia e regressione, e più avanti perché forse stava sviluppando dei particolari sentimenti per lei. Disperato perché ormai aveva quasi perso tutto ciò che per lui era importante, getta il suo orgoglio, chiedendo a Suzaku di proteggere Nunnally, ormai sua unica ragione di vita. Viene trattato con i piedi (non per modo di dire) e alla fine viene anche arrestato da Kanon, ma per fortuna riesce, con l'astuzia, a liberarsi. Dopo il tradimento dei Cavalieri Neri, sembra quasi rassegnato a dover morire, e, daventi a loro, continua a mentire a tutti, dicendo che non erano stati altro che pedine delle quali si era servito. Sarà Rolo a salvarlo da morte certa, e mentre il ragazzino è in punto di morte perché stremato dal Geass, Lelouch si accorge dei suoi forti sentimenti, tanto che gli scava quella che sarà la sua tomba, dicendogli che lui era fratello di Lelouch Lamperouge. Il dramma di Lelouch non finisce quì, a toccare la sua mente già abbastanza instabile, c'è il riconoscimento dei veri ideali del padre e della madre che aveva tanto idealizzato e cercato di vendicare per tutti quei anni. Lelouch sviluppa il Geass in entrambi gli occhi nel momento in cui si trova nel Mondo di C e ordina a Charles e Marianne di sparire. Dopo questo momento, Lelouch diventa un'altra persona, e si allea insieme a Suzaku e C.C., cominciando il patto dello Zero Requiem, sua ultima volontà. Come si nota, il personaggio di Lelouch è stato totalmente sconvolto in confronto alla vecchia serie, dove lo vediamo ancora un ragazzino immaturo e pieno di sete di potere. In questa seconda stagione, il suo vero carattere, le sue paure, le sue debolezze, vengono tutte messe in luce dalle situazioni in cui va a cacciarsi e dal susseguirsi di disgrazie che gli capitano. Come ultima carta, decide di giocare la sua stessa vita, attirando su di sé tutto l'odio del mondo, conquistando il mondo intero e diventando un tiranno senza alcuna pietà verso chiunque fosse ai suoi piedi. Alla fine riesce nel suo intento di dare un mondo felice a Nunnally, che dopo averlo odiato per parte della serie, capisce il vero amore che provava per lui, facendolo spirare col sorriso sulle labbra. L'unica parte del carattere di Lelouch che ci viene svelata solo in parte, è quella relativa all'amore. Sappiamo sia interessato solo alla sorellina Nunnally, ma l'unica volta che stava per cedere verso qualcuno, è stato con C.C., alla quale ha quasi fatto una dichiarazione nell'episodio 24. In questa stagione lo vediamo a combattere da solo sul Knightmare Frame Shinkiro, con il quale se la cava egregiamente, come ha sempre fatto. Dopo ben 50 episodi, possiamo vedere come Lelouch si dimostri il bellissimo protagonista che si trova raramente in un anime. Un uomo che da la sua vita e tutto ciò che possiede in cambio di un mondo che non gli appartiene, ma che vuole rendere un posto migliore. La sua intelligenza e la sua astuzia saranno sempre i suoi punti di forza, ma molto spesso sono i sentimenti che lo guidano a prendere decisioni definitive. Molto probabilmente alla fine della serie, non muore, ma sviluppa il code, diventando immortale come la sua compagna C.C. . Dato che il regista Taniguchi ha detto che il finale è aperto, possiamo interpretarlo come preferiamo, e chissà che un giorno le nostre teorie non verranno appurate.

Credo che Lelouch sia un personaggio da guardare a 360°, con i suoi pregi e difetti, che lo porteranno ad essere probabilmente il migliore dei personaggi degli ultimi anni, e spero vivamente che nessuno dimentichi mai le sue gesta, perché sono quelle che lo fanno contraddistinguere dai semplici protagonisti che ci vengono affibbiati ormai da molto tempo.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale