FANDOM


Urd
ウルド

270px

Debutto (manga)Capítolo 13
Debutto (anime)Episodio 8
SeiyūCinzia De Carolis
Donatella Fanfani (film)
Profilo
Altezza1.70cm
Peso49.62 kg
FamiliaHild (Madre)
Belldandy e Skuld (Hermanas)
Misure90-60-91
Età28 anni
SessoFemmina.png Femmina
Luogo10ª dimensione di Yggdrasil
RazzaMetà Dea e Demone
RangoDea di Seconda Classe
Seconda categoria
Illimitata
OcupaciónDea amministratore del "sistema Yggdrasil"
Abilità
Viaggia attraverso la TV
Urd (ウルドUrudo), è un personaggio di Oh, mia dea! dell'autore Kosuke Fujishima. È doppiata in originale da Yumi Touma, mentre in Italia da Cinzia De Carolis. È una delle tre dee venute sulla Terra per vivere con Keiichi Morisato. Urd è la dea emblema del passato. Il suo nome deriva da quello di Urd o Urda, una delle tre Norne, nella mitologia norrena.

PersonaggioModifica

Urd è la sorella più grande di Belldandy ed è la seconda dea a fare la sua apparizione a casa di Keiichi Morisato. Urd essendo la figlia del daimakaicho, possiere poteri straordinari, che però ha difficoltà a gestire, perciò possiede una licenza di secondo grado proprio come la sua sorella minore Skuld. Si occupa dell'amministrazione e del management del sistema di Yggdrasil. Benché sia molto più potente delle sue sorelle, non ha alcuna aspirazione a diventare una dea di prima classe, dato che l'unico motivo per cui ha accumulato cosi tanto potere è sempre stato quello di proteggere solo le sue sorelle e non qualunque essere. Urd ha il padre in comune con le sue sorelle, ma non la madre. Infatti sua madre è il grande pilastro del mondo demoniaco: Hild. Per tale ragione Urd ha metà sangue demoniaco e metà sangue divino, che si riflette sull'aspetto del suo angelo World of Elegance, che è per metà bianco e per metà nero e con proprietà di fuoco.

Urd arriva sulla Terra per far progredire il rapporto fra sua sorella Belldandy e il timido Keiichi, creando il più delle volte situazioni imbarazzanti e nulla di fatto. Non per nulla, Urd definisce se stessa la "dea dell'amore", anche se in realtà sembra molto più incline agli aspetti più erotici e passionali di un rapporto (specie all'inizio del manga, ruolo che poi sarà ricoperto da Peorth o Peitho nella versione italiana). Per aver abbandonato la propria postazione di lavoro, Urd viene quasi bandita dal regno dei cieli (oltre al fatto di aver abusato dei propri poteri), ma poi le viene concordato il permesso di rientrare. Tuttavia Urd, considerando la sua stessa natura, preferisce rimanere sulla Terra e vivere al tempio Nekomi, dove le sue sorelle e Keiichi la hanno aiutata sfidando gli ordini assoluti del loro capo.

Urd governa un aspetto del tempo: il passato. Quando c'é un'insufficienza di energia in Yggdrasil, deve assorbirne ausiliarmente dal sakè, di cui è ghiotta. Tale fonte di energia si rende necessaria quando Yddgrasil è guasto e quindi non può fornire l'energia necessaria alle dee per vivere sulla Terra traendola dai suoi spiriti. Urd ha una tipica debolezza dovuta ai suoi ascendenti demoniaci: non sopporta l'enka (musica tradizionale giapponese) infatti, quando gliela si fa ascoltare si addormenta entro pochi istanti.

Fujishima dedica ben due saghe alla parte demoniaca di questo personaggio. La prima è caratterizzata dalla trasformazione nel grande re del terrore (di cui si proclama l'erede facendosi chiamare regina del terrore). A causa dell'eccessivo numero di menzogne e della sua condotta un giorno le viene revocata la licenza di dea, senza la quale non può esercitare i suoi poteri per una durata di 50 anni, pena il ritiro definitivo. Dopo il fallito tentativo di vivere come un'umana, disastro dopo disastro, Urd cade sotto l'influenza dell'urna del "grande demone pancione Et-Chi", da poco risvegliata da Marller. Per cui si ritrova per la prima volta completamente priva di limiti e pervasa dalle forze delle tenebre. Dimostra per cui una forza incommensurabile, persino molto più alta di quella della sorella Belldandy senza sigilli di contenimento. Nel suo tentativo di distruzione non solo del mondo ma dell'intero universo (nell'anime invece cerca di aprire il portale del mondo demoniaco sigillato dagli dei) risveglia il demone-lupo Fenrir, che rappresenta l'incarnazione fisica del programma di distruzione totale. Per farlo Urd rimane priva delle sue energie, comprese quelle negative, per cui ritorna nel suo stato di dea. Dopo che Skuld libera Midgard, il serpente deputato all'annientazione del programma, Fenrir rimane ucciso, ma contamina prima il suo assassino che ora si prepara a distruggere la corda dell'universo. Ha però bisogno di uno strumento undecadimensionale, come la corda, costruito da una dea, per cui dopo il suo imprigionamento ed il contagio di Keiichi, minaccia le dee di costruire la falce undecadimensionale pena lesioni sul corpo del suo contenitore. Il grande re del terrore riesce così a tagliare la corda per creare un nuovo universo governato dal caos, ma Belldandy decide di bloccarlo impedendogli di compiere il suo intento. Il tentativo di infettare Belldandy fallisce perché troppo pura e perciò libera Keiichi nascondendosi nel primo oggetto a portata di mano, ovvero un Floppy Disk lanciato da Skuld che viene smagnetizzato cancellando il programma di distruzione totale per sempre, lasciando però il sistema Yggdrasil pesantemente occupato nella sostituzione della corda dell'universo (a causa dei danni riportati dal sistema, i programmi dei sigilli di Urd e Skuld si scambiano, per cui se l'una ritorna bambina, l'altra diviene adulta. Questa situazione permane per poco tempo, poiché le dee fanno ricorso all'ausilio delle pietre lunari fintanto che Yggdrasil non viene riparato).

La seconda saga vede invece Marller intenta a separare le personalità di Urd tramite il "taglia e cuci personalità", comprato ad una televendita infernale. Con l'inganno attira le dee e Keiichi alle terme dove preleva un capello di Urd. Da esso estrae il suo DNA, che viene utilizzato per produrre un clone quasi perfetto. Dopo la scissione che nemmeno Dio era riuscito a compiere, la Urd demoniaca, nel corpo del clone, si dimostra essere assai più crudele della compagna Marller, che già intende tradire ed infatti vuole invadere il mondo intero alla guida di un esercito di demoni sancendo con ogni essere umano un patto diabolico. Va perciò al tempio, dove con tenta di mettere in crisi la storia di Belldandy e Keiichi, ma viene presto scoperta grazie all'arrivo della Urd divina e da Skuld che spiegano al situazione. La Urd buona si dimostra essere ancora più pura ed angelica di Belldandy, per cui trova difficoltà a battersi con la sua parte malvagia dato che corre il rischio di ferire i suoi amici. Proprio quando le cose volgono al peggio, la Urd demoniaca non riesce ad invocare un incantesimo di alto livello, accusando dolori in tutto il corpo. Marller la porta così al suo nascondiglio. Facendo il punto della situazione, entrambe le personalità di Urd comprendono che il corpo artificiale risulta troppo imperfetto e rischia di perdere il controllo distruggendo se stesso e l'intero pianeta. Per questo entrambe si recano a combattere l'una per prevalere sull'altra, ma se l'Urd diabolica vuole solamente il corpo originale (dimenticandosi poi dell'obiettivo rischiando di ferirlo gravemente) quella divina sa che esiste proprio grazie all'altra e viceversa. Per questo si prepara persino a morire cercando di proteggere i suoi cari e gli abitanti della Terra. Fortunatamente, grazie alle invenzioni di Sluld ed alle tecniche di Marller, viene inventato uno stratagemma per catturare la Urd malvagia e riunirla con quella buona. Questa però esita nel farlo perché non vuole riunirsi ad un mostro del genere, conscia del male che ha portato. Belldandy però la consola dicendo che se solo avesse voluto la sua parte cattiva avrebbe potuto subito invocare incantesimi di grado elevatissimo e distruggere ogni cosa, ma non l'ha fatto perché si era inconsciamente trattenuta per il bene che voleva alle sorelle. Per questo alla fine cede e ritorna la vecchia Urd di sempre.

Più in avanti nel manga si scopre che la licenza di primo grado le era negata perché desiderosa di dimostrarsi forte e degna di fregiarsi il titolo di dea e non perché fosse una bugiarda con poteri difficilmente controllabili. Dopo l'esame sulla terra sarà lei stessa a rifiutare la carica perché desiderosa di proteggere solo chi le sta a cuore e non tutte le creature, come sua sorella, per cui è pronta a mentire (cosa proibita alle dee di primo grado) per il bene delle sue sorelle se si presenta l'evenienza.

Era sentimentalmente lagata allo spirito del susino Tolvador (Troubadour nella versione originale), per cui si dimostra insolitamente nostalgica e fragile durante la sua breve apparizione. I due si erano lasciati perché Tolvador voleva inseguire il suo sogno: aumentare la bellezza del suo canto trovando l'usignolo d'oro. Ottenuta la pergamena per invocarlo, lo spirito del susino arriva sulla Terra dove mostra scenate di gelosia per il fatto che conviva con un uomo (ne avrà la conferma solo successivamente, poiché crede che Keiichi sia una donna a causa di una pozione da lui ingerita). Dopo numerosi tentativi per far innamorare nuovamente Urd di sè, provoca in lei una crisi che la porta a piangere, rompendo grazie ad una sua lacrima il sigillo posto sulla pergamena, liberando così l'usignolo dorato. Indeciso sul da farsi, ottiene dall'ex-fidanzata il permesso di andare, poiché lei non sopporta un uomo che anteponga un sogno a lei.

Anche la sua relazione con la madre Hild è pittosto complessa. Sebbene in apparenza si crede che Urd non le voglia bene, in fondo cova molto affetto per la madre, con la quale cerca di mantenere le distanze per non rimanere affascinata da lei e quindi non essere attratta verso la stirpe demoniaca perché troppo orgogliosa di essere una dea. La madre, conscia di questo, accetta il tipo di relazione con la figlia, ma le mostra sempre e comunque il suo affetto nonostante gli arditi piani per sabotare lei e le sue sorelle.

In definitiva, Urd rimane il personaggio più simpatico, piccante, irriverente di tutta la serie, rendendo sempre più complicate ma più esilaranti le vicende dei protagonisti.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale