FANDOM


122129-untitled 1.png

Milly Ashford

Presidentessa (kaichou) del Consiglio Studentesco, nipote del direttore dell’istituto, Ruben K. Ashford, frequenta il terzo anno. Ragazza solare e piena di energie, Milly è un vero vulcano in eruzione. Fisicamente più sviluppata rispetto alle sue coetanee, non perde occasione per punzecchiare Lelouch, costringendolo spesso e volentieri a partecipare a feste improvvisate e cosplay. Grande amica di Shirley, cerca in tutti i modi di spingerla a dichiararsi al ragazzo e, ignara della piega che la situazione prende tra i due, pensa addirittura che giochino a fare gli estranei. Sembra non essersi resa conto dei sentimenti che Rival nutre per lei, ma non accetta ugualmente di buon grado il fidanzamento imbastitole dalla famiglia. E’ infatti promessa a Lloyd Asplund, al fine di salvare le sorti degli Ashford, in rovina dopo la morte dell’Imperatrice Marianne. Solo alla fine, si renderà conto, però, dei singolari gusti del conte e del suo “vero obbiettivo”. In realtà, nonostante l’apparenza scapestrata è festaiola, è una ragazza timida, ma molto determinata. Conosce la vera identità di Lelouch, ma senza rivelarla, e durante gli scontri di Tokyo farà in modo di garantire la salvezza di tutti.


Seconda Serie Modifica

Anche se avrebbe dovuto diplomarsi, ha preferito fallire l'esame per accedere all'università per riuscire a rimandare, anche se di poco, il matrimonio insieme a Lloyd. E' sempre folle, ma molto attaccata ai suoi amici, per cui farebbe di tutto. Decide in seguito al suo diploma e ad una discussione con Nina, di prendere la sua strada e di rompere il fidanzamento con Lloyd, diventando così un'annunciatrice. Lavora quindi in televisione, trasmettendo qualsiasi tipo di programma.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale